SUTRI:COSA VEDERE, DOVE MANGIARE E DORMIRE

Sutri la perla della Tuscia

In questo articolo vi faremo scoprire cosa vedere a Sutri, la perla della Tuscia. Proclamato uno dei Borghi più Belli d’Italia, vi affascinerà con la sua storia, le sue antiche rovine e la sua architettura. Il tutto perfettamente immerso nella rigogliosa natura del territorio della Tuscia. Quindi non perdetevi nemmeno un capitolo e arrivate fino alla fine, dove vi sveleremo la verità sul nostro rapporto con questo luogo incantato.

LA TUSCIA

TUSCIA TERRITORIO

Abbiamo definito Sutri la Perla della Tuscia, dunque vogliamo prima di tutto spendere 2 parole su questo territorio a molti sconosciuto.

Per chi non la conoscesse, con Tuscia si intende una vasta area che comprende il territorio dell’alto Lazio e le aree confinanti di Toscana e Umbria che si estendono su tutta la provincia di Viterbo, per uno spazio di circa 3612 kmq, raccolti in 60 comuni.

Vi lascio la cartina del territorio, con le varie distanze da alcune importanti città delle regioni limitrofe. Cerchiato in blu e indicato con una freccia, trovate l’area della Tuscia in cui si trova Sutri.

Se volete dare un’occhiata al nostro articolo “Da Celleno a Sant’Angelo”, scoprirete altri 3 meravigliosi paesini di questo territorio magico.

Arrivando da Roma a Sutri

Percorrendo la Via Cassia venendo da Roma, vi si aprirà davanti agli occhi uno scenario suggestivo. Sulla vostra sinistra la necropoli etrusca, il meraviglioso parco archeologico e l’Anfiteatro Romano. Sulla vostra destra lo scorcio, perfetto per i vostri scatti, dell’antico Borgo di Sutri.

La commistione tra Natura e Storia rende secondo me questo luogo unico.

UN PO' DI STORIA

Sutri la perla della Tuscia

Sutri affonda le sue origini in un’epoca molto antica, probabilmente all’età del bronzo (x sec. A.C.). Per questo spesso ci si riferisce a Sutri come l’Antichissima città di Sutri.

La sua fondazione è legata a 2 leggende. Secondo una leggenda è stata fondata da un popolo di navigatori orientali, i Pelasgi. Secondo l’altra è stata fondata dal Dio Saturno, rappresentato nello stemma comunale.

Sutri sorge su un imponente rilievo di tufo, che domina la via Cassia. Dal V sec. a.C. divenne centro nevralgico degli scontri tra Etruschi e Romani per il controllo del territorio. Nel 383 a.C. fu conquistata definitivamente dai Romani e divenne una delle città più fiorenti del centro Italia, assumendo un importante ruolo strategico militare per l’impero.

Fu poi coinvolta nelle lotte tra Longobardi e Bizantini, finché poi non fu offerta dal re longobardo Liutprando, come Donazione, a papa Gregorio II. Da qui iniziò il dominio temporale della Chiesa.

SUTRI E LA VIA FRANCIGENA

Sutri è una delle tappe del percorso della Via Francigena. Si tratta di uno dei percorsi di pellegrinaggio più famosi al mondo. Già prima dell’anno mille i pellegrini affrontavano il lungo itinerario che dal Nord Europa li portava fino alla Città Eterna, attraversando paesaggi mozzafiato tra mulattiere di montagna, campagne e paesini. 

Oggi la cittadina di Sutri offre ai pellegrini di passaggio, molte opportunità di alloggio e tanti ristorantini dove poter gustare prodotti tipici.

COSA VEDERE A SUTRI

La lista di cosa vedere a Sutri è piuttosto lunga. Vi consiglio quindi di spendere almeno 2 giorni in questo borgo. In tal modo potrete visitare tutte le attrazioni e allo stesso tempo  assaporare l’atmosfera rilassante di questo meraviglioso borgo. Inoltre, avrete tempo per godere della sua cucina paradisiaca. 

A fine articolo vi lascerò i miei consigli su dove mangiare per pranzo o cena, fare colazione, aperitivo e dove dormire.

Per informazioni su orari di apertura e biglietti d’ingresso vi consiglio di visitare il sito www.archeoares.it

Ma torniamo a cosa vedere a Sutri.

Cosa vedere a Sutri fuori dalle mura

  • Anfiteatro
  • Mitreo, Chiesa Madonna del Parto
  • La Necropoli
  • Villa Savorelli
  • Santa Maria del Monte
  • Castello di Carlo Magno
  • Torre di S. Paolo, o degli Arrangiati
  • Tagliate Etrusche

Cosa vedere a Sutri all'interno delle mura

  • Museo di Palazzo Doebbing
  • Piazza del Comune
  • Antico Lavatoio Pubblico
  • Atrio Comunale
  • Cattedrale S. Maria Assunta
  • Chiesa SS Concezione
  • Torre Fortebracci
  • Cripta Romanica

Come suddividere le attrazioni di Sutri in un weekend

Se si ha l’opportunità di poter trascorrere un weekend in questa cittadina, vi consiglio di dividere le attrazioni da visitare lasciando per una giornata quelle all’esterno delle mura e per l’altra quelle all’interno. In questo modo avrete tempo di godere con calma di ogni scorcio di natura e storia. Potrete rilassarvi in uno dei tanti ristoranti in modo che i vostri piedi possano affrontare riposati, la giornata successiva.

Per la visita delle attrazioni all’esterno delle mura, consiglio un paio di scarpe comode. Il giro nel parco archeologico, intorno all’anfiteatro e fin su a Villa Savorelli, presenta tratti di sterrato e una breve salitina. ma nulla di impegnativo, non preoccupatevi.

VEDIAMO PIU' DA VICINO COSA VEDERE A SUTRI ALL'ESTERNO DELLE MURA

SUTRI LA PERLA DELLA TUSCIA ANFITEATRO

Anfiteatro Romano

Interamente scavato nel tufo su pianta ellittica, poteva ospitare fino a 5000 spettatori. L’asse maggiore misura circa 50 mt. Le sue origini risalgono tra la fine del I sec a.C. e il I sec d.C. Non si è certi se le sue origini fossero etrusche o romane.

Sutri la perla della Tuscia mitreo

Mitreo

Un monumento considerato unico, che fu in origine tomba etrusca, poi tempio pagano dedicato al Dio Mitra e infine Chiesa Cristiana dedicata prima a San Michele Arcangelo e poi al culto della Madonna del Parto. La sua visita sarà un momento davvero suggestivo.

SUTRI LA PERLA DELLA TUSCIA NECROPOLI

Necropoli

Tutt’intorno al Parco Archeologico dell’Anfiteatro, si sviluppa la necropoli romana, in uso dal I sec a.C. al III-IV sec d. C. Si tratta di tombe a camera scavate nel tufo e disposte su più livelli. Sono visibili dalla via Cassia, ma anche passeggiando intorno al Parco.

sutri la perla della Tuscia

Villa Savorelli

Una Villa in stile rinascimentale, le cui origini risalgono intorno al XVIII sec. ad opera dei marchesi Muti-Papazzurri. Passò poi ai conti Savorelli e infine al Comune. Molto suggestivi i giardini a labirinto, il bosco sacro e la splendida vista dall’alto dell’Anfiteatro.

Sutri la perla della Tuscia

Santa Maria del Monte

La chiesa si trova all’interno del giardino di Villa Savorelli. Fu riedificata nel XVIII. sec sul sito di un vecchio edificio religioso. La facciata, di influenza borrominiana, fu sviluppata per rendere la chiesa ben visibile dalla città.

Sutri la perla della Tuscia

Castello di Carlo Magno

I resti di questo castello realizzato in tufo, sorgono sul colle Savorelli. Secondo la leggenda, Carlo Magno soggiornò qui prima della sua incoronazione a Roma nell’800. Probabilmente fu edificato intorno al XIV sec come rocca a difesa del borgo sottostante.

Sutri la perla della Tuscia

Torre degli Arrangiati

Torre degli Arrangiati o di San Paolo, è ciò che resta dell’antico Convento di San Paolo, che ospitò i frati dell’ordine dei Carmelitani, e una delle ultime tracce dell’antico borgo medievale che fu distrutto intorno al XV sec d.C.

Sutri la perla della Tuscia tagliate etrusche

Tagliate Etrusche

Si tratta di passaggi che possono arrivare anche alla lunghezza di mezzo chilometro, tra pareti ripide alte anche 30 mt. Chiamate anche Vie Cave, sono percorsi artificiali tagliati nella roccia tipica dell’Etruria, che catapultano il visitatore in un luogo magico. 

UN RIASSUNTO DI COSA VEDERE A SUTRI ALL'INTERNO DELLE MURA

Museo di Palazzo Doebbing

Il Museo si trova all’interno di un Palazzo Vescovile, che prende il nome da Joseph Bernard Doebbing, vescovo di Nepi e Sutri dal 1900 al 1916. Dal 2018 il Palazzo ospita, in una superficie di 1000 metri quadri e in varie sale distribuite su 5 piani,  mostre temporanee e una mostra permanente di Arte Antica e di Arte Sacra. Al suo interno si possono ammirare i tesori dell’antica Sutri

Piazza del Comune

Il cuore nevralgico del paese, si trova al centro della via principale che attraversa il Borgo. E’ una Piazza che si presta a bellissimi scatti, grazie agli elementi che la abbelliscono, come la fontana posta al centro, che ricorda i modelli barocchi. o l’arco con l’orologio, risalente al I sec a. C. 

Qui in passato sorgeva l’antico foro della città romana. Oggi, nelle mattine assolate potete sedervi all’ombra di uno dei caffè e rilassarvi ammirando la vita che scorre. E’ infatti ancora il cuore pulsante dove i sutrini fanno 2 chiacchiere dopo esser usciti dalle innumerevoli attività che occupano la Piazza. Qui possiamo trovare infatti la Farmacia, il minuscolo negozio di Alimentari con prodotti tipici, il tabaccaio, il Ristorante, il barbiere, l’orefice e anche gli uffici comunali e l’ufficio turistico.

Antico Lavatoio Pubblico

La Piazza che ospita l’Antico Lavatoio Pubblico è, a mio parere, la piazza più suggestiva di Sutri. Non si hanno molte notizie sulla sua origine, ma la memoria popolare ricorda che esisteva già dal XIII-XIV sec, approvvigionato da un preesistente sistema idraulico.

Una lunga e ampia scalinata, dove potersi sedere, scende fino all’altrettanto lungo lavatoio, la cui acqua sgorga da tre suggestivi tubi. Al di là di questa grande vasca un muretto si affaccia sulla vallata. A seconda del momento della giornata in cui capiterete in questa piazza, quest’ultima si tingerà di colori e tonalità differenti, creando una magia ogni volta diversa.

In questo luogo, se siete appassionati di fotografia, potrete dare libero sfogo al vostro estro. Ogni angolo si presta infatti a scatti memorabili.

Atrio Comunale

Dalla Piazza del Comune, si entra nell’atrio comunale. Da qui poi si accede ai vari uffici del comune. Ma ovviamente per il turista, questo poco importa. Attira invece l’attenzione del visitatore la raccolta di parte del Lapidarium comunale, con frammenti di epoche diverse: marmi, travertini con iscrizioni romane, pietre medievali e stemmi nobiliari. Qui si può ammirare anche un bellissimo sarcofago di epoca romana utilizzato come fontana.

E’ proprio in questo suggestivo spazio che si celebrano molti matrimoni di rito civile a Sutri.

Cattedrale S.Maria Assunta

Conosciuta anche come il Duomo, è il principale luogo di culto di Sutri. Originariamente era una struttura romanica, venne poi rinnovata in epoca medievale e trasformata in stile barocco nel XVIII sec. L’interno è diviso in 3 navate. La navata centrale presenta un pavimento cosmatesco, mentre la volta è ornata da affreschi realizzati intorno al 1894 da Luigi Fontana.

Il Palazzo Vescovile si trova proprio all’esterno della chiesa.

Per maggiori informazioni sulla cattedrale, clicca qui.

Chiesa della Santissima Concezione

Si può ammirare questa chiesa, prima di arrivare alla porta di uscita del centro storico. La chiesa è annessa al Monastero delle Monache Carmelitane, presenti a Sutri dal 1539. E’ a pianta rettangolare con matroneo e coro riservato alle monache. Di gran pregio la cantoria e il soffitto a cassettoni in legno. All’interno si trovano elementi di valore come la pala dell’altare maggiore e un dipinto del XVI sec raffigurante la Cena di Betania. 

Torre Fortebracci

Questa torre appartiene alla categoria delle casetorri, che avevano sia un uso abitativo, sia difensivo. Ha origine nel periodo tra il XII/XIII sec. ed è uno degli edifici scampati all’incendio appiccato dal capitano di ventura Niccolo Fortebraccio

Cripta Romanica

Situata sotto l’altare principale della Cattedrale di Santa Maria Assunta, vi si accede con 2 rampe di scale che partono dalle fiancate interne alla navata centrale del Duomo di Sutri. La Cripta è uno dei più suggestivi monumenti di epoca longobarda. Al suo interno potrete trovare colonne di marmo di epoca romana e capitelli di diverse epoche (bizantina, longobarda e romanica), che sorreggono le volte a crociera in tufo. In passato le pareti della Cripta erano completamente affrescate.

COSA VEDERE A SUTRI-
VICOLI E PIAZZE

L’elenco delle attrazioni che avete appena letto non include molte altre bellezze del luogo, come ad esempio le suggestive porte d’ingresso al centro storico, o le innumerevoli piazzette e i vicoli caratteristici. Non è stata una dimenticanza, ma un’omissione voluta. Il motivo? Lasciare a voi il gusto di scoprire gli angoli nascosti, i panorami e la bellezza delle stradine del borgo. 

Come scriviamo sempre, uno dei modi migliori per assaporare la vera essenza di un posto, è lasciarsi guidare dall’istinto, girovagando senza una meta per le vie del borgo. Lasciandosi rapire dagli scorci, dai profumi e dai colori che lo animano.

sutri la perla della Tuscia

COSA VEDERE A SUTRI-
FESTIVITA' E SAGRE SUTRINE

Gli abitanti di Sutri sono molto affiatati e amano festeggiare ed unirsi sia per eventi religiosi, che per eventi folkloristici. Quindi se capitate a Sutri in concomitanza delle seguenti occasioni, non mancate di fermarvi e partecipare… ne varrà la pena.

  • Presepe Vivente-Dicembre-Gennaio
  • Festa di S.Antonio -Gennaio
  • Carnevale Sutrino 
  • Corpus Domini(Infiorata) – Giugno
  • Festa di Santa Dolcissima – Agosto
  • Sagra del Fagiolo – Settembre

 

sutri la perla della Tuscia
sutri la perla della tuscia
sutri la perla della Tuscia

DOVE MANGIARE A SUTRI

Sutri non è solo “cosa vedere”, ma anche cosa mangiare.

La cittadina vanta infatti tantissimi ristoranti dove poter degustare prodotti locali.

Vi lasciamo il link e una breve descrizioni di alcuni dei nostri preferiti:

La Cantina del Drago – dove mangiare piatti originali con ottimo rapporto qualità/prezzo, in una dimora storica con giardino. Nel centro storico.

La Locanda di Saturno – esalta la cucina tradizionale con piatti tipici preparati con prodotti km zero, in un ambiente rustico e accogliente. Nel centro storico.

Antica Osteria Il Mitreo – una cucina genuina con i tipici sapori della Tuscia dove il menù varia a seconda dei prodotti di stagione. Un locale in tufo situato proprio di fronte al parco archeologico

Liutprando – propone ottimi tagli di carne e pizza al forno a legna, in un ampio locale con giardino e parcheggio. Sulla Via Cassia ai piedi del borgo. 

Ovviamente, come ho scritto in precedenza, a Sutri potrete trovare molti altri ottimi ristoranti, semplicemente girando per le vie del Borgo.

DOVE FARE COLAZIONE E APERITIVO A SUTRI

Ci sono molti bar dove poter fare colazione e aperitivo a Sutri. Qui di seguito vi lasciamo link e descrizione dei locali a nostro avviso più “particolari”.

Dolcissima – Un locale con uno spazio esterno che si affaccia proprio sul parco dell’Anfiteatro e uno spazio interno, al piano superiore, curato nei minimi dettagli. Il punto forte del locale sono le colazioni, con ottimi croissant classici e vegani. Ma anche le pause dessert e gli aperitivi non sono da meno. Il tutto accompagnato da buona musica di sottofondo.

DOVE DORMIRE A SUTRI

Negli ultimi anni il panorama delle Case Vacanze e dei B&B a Sutri si è ampliato moltissimo. Quindi avrete l’imbarazzo della scelta se deciderete di pernottare qui.

Vi lasciamo di seguito i 3 link dei nostri alloggi preferiti, con una breve descrizione di ognuno.

Goose House Luxury Holiday Home – Una Casa Vacanza di Lusso, dotata di 2 camere da letto con vista sulla Valle, un ampio bagno con Cromoterapia, una zona living, una cucina, un locale lavanderia, 3 Smart TV, Wi-Fi e molti altri Confort. Situata nel cuore del centro storico, a 50 mt dalla Piazza del Comune, a 2 passi da bar, ristoranti, negozi, parcheggi e da tutte le principali attrazioni. L’obiettivo di Goose house è coccolare i suoi ospiti rendendo il loro soggiorno indimenticabile

 

La mia Casetta – Un accogliente appartamento nel cuore del paese. La casa presenta 1 Camera da letto matrimoniale, una Cucina attrezzata con frigorifero, macchina del caffè, microonde e forno, 1 Bagno con lavatrice. Nelle vicinanze parcheggi, negozi, bar e ristoranti.

Scuderie della Contea – L’azienda agricola biologica “Scuderie della Contea” si trova nel cuore del territorio etrusco, a soli 20 minuti da Roma, immersa nelle campagne dense di storia. Mette a disposizione dei suoi ospiti appartamenti dotati tutti di cucina e linea wi-fi, immersi nel verde e nella pace. Da non perdere la degustazione dell’olio biologico dell’azienda.

CONCLUSIONI E... TUTTA LA VERITA' SUL NOSTRO RAPPORTO CON SUTRI

Siamo giunti alla fine di questo articolo su cosa vedere a Sutri, quindi dobbiamo svelarvi, come promesso nel primo paragrafo, la verità sul nostro rapporto con questo meraviglioso borgo. 

Quando abbiamo deciso di aprire questo blog di viaggi, lo abbiamo fatto con la volontà e il desiderio di condividere le nostre esperienze in giro per l’Italia e per il mondo, restando sempre fedeli a noi stessi e alla verità. Quindi, se ci conoscete da poco o se questo è il primo nostro articolo che leggete, dobbiamo confessarvi che noi siamo molto legati a Sutri. Qui abbiamo aperto, nel lontano 2005, la nostra palestra e praticamente ci abbiamo trascorso la maggior parte delle nostre giornate per più di 15 anni. 

Per questo speriamo di vero cuore che, se ancora non conoscevate questa perla della Tuscia, leggendo il nostro articolo, possiate esserne rimasti così colpiti da organizzare un weekend alla scoperta di questo gioiello d’arte e natura.

Vi garantiamo che ne rimarrete entusiasti e ci lascerete anche voi un pezzetto di cuore.

Lascia un commento (se ti va)

Se siete arrivati a questo punto, vuol dire che avete letto tutto il mio articolo e per questo innanzitutto vi ringrazio.

 Se questo articolo vi è piaciuto o se avete trovato semplicemente qualche spunto o qualche consiglio utile e vi va di lasciare un commento qui sotto ci fareste davvero felici.

Fate Buon Viaggio e Godetevi Ogni Attimo

Anna e Paolo

2 commenti su “SUTRI:COSA VEDERE, DOVE MANGIARE E DORMIRE”

  1. Ciao,
    ho letto con interesse questo articolo ben scritto e strutturato. E mi è venuta voglia di prenotare subito un weekend a Sutri.
    Grazie dell’idea viaggio. Vi farò sapere le mie impressioni
    a presto
    Giuseppe

I commenti sono chiusi.

Scroll to Top