tour nel deserto del Marocco

MERZOUGA: TOUR NEL DESERTO DEL MAROCCO

Il Tour nel deserto del Marocco è stata un’esperienza che ci ha lasciato un segno indelebile e che non dimenticheremo mai. Tra le attività a Merzouga è sicuramente quella da non perdere! Se volete vivere anche voi sensazioni così forti da rimanere impresse nei vostri cuori per sempre, allora non potete perdervi questo articolo. Vi racconteremo la nostra esperienza e se vi lascerà senza fiato, come siamo sicuri succederà, potrete replicarla nella vostra prossima visita a Merzouga.

INTRO

Il tour nel deserto del Marocco, o per la precisione deserto di Erg Chebbi a Merzouga, è una parte dell’itinerario del nostro viaggio on the road in questa meravigliosa Terra, durato 2 settimane, nel Gennaio 2024. 

Se vuoi sbirciare tutte le tappe del nostro itinerario, puoi farlo cliccando qui.

Oltre ad essere una tappa imperdibile di un itinerario di viaggio in Marocco, possiamo dire che è un’ esperienza da fare almeno una volta nella vita. Noi certamente la ricorderemo per sempre.

SULLO SFONDO IL VILLAGGIO ABBANDONATO

MERZOUGA

Merzouga è il posto ideale per vivere l’esperienza del Deserto. 

Questa città si trova al sud del Marocco, non lontana dal confine con l’Algeria, nella provincia di Al-Rashidiyya.

Pur non avendo monumenti di rilievo, è una delle città più visitate in Marocco, perché proprio da qui partono i vari tour nel deserto marocchino, ovvero tour a piedi, in cammello o in jeep, che permettono tutti di visitare le dune di Erg Chebbi.

Tali dune di sabbia si estendono da nord a sud per circa 30 km con una massima altezza di 160 mt, essendo le dune più alte di tutto il Marocco. Sono però meno estese di quelle del deserto algerino o mauritanio, anche se più facilmente raggiungibili.

Le dune si trovano nella pianura nera della hammada, colorandola di tonalità che vanno dal rosa all’arancio, a secondo dell’orario in cui le si ammira.

TOUR NEL DESERTO DEL MAROCCO-
QUANDO ANDARE E CLIMA A MERZOUGA

Prendere in considerazione il clima a Merzouga è sicuramente importantissimo. Noi l’abbiamo visitata nel mese di gennaio e non possiamo che consigliarvi di venire nel periodo invernale. La stessa guida che ci ha accompagnati nel tour nel deserto di Erg Chebbi, ci ha confermato che i mesi da novembre a febbraio sono i migliori, per 3 motivi:

  • il clima; nel deserto in estate le temperature arrivano anche a 50 gradi, e quindi le escursioni possono diventare davvero impegnative
  • l’affollamento; in inverno, essendo bassa stagione, si eviteranno le code delle carovane delle jeep e si potrà godere dei panorami quasi in solitudine
  • i prezzi; d’inverno i prezzi delle strutture ricettive e dei tour saranno più bassi
tour nel deserto del Marocco
SULLA STRADA CHE DIVIDE IL NOSTRO HOTEL DALLE DUNE

SOGGIORNO NEL DESERTO DI MERZOUGA

La zona di Merzouga offre tantissime tipologie di alloggi:

  • Accampamenti nel deserto
  • Camping
  • Semplici b&b
  • Riad
  • Kasbah di Lusso

Per il nostro soggiorno nel deserto di Merzouga noi abbiamo scelto il Luxury Dar Morocco e ci sentiamo di consigliarlo vivamente perché  col senno di poi credo che non potessimo fare scelta migliore.

Si tratta di una meravigliosa Kasbah situata proprio di fronte alle dune di Erg Chebbi (raggiungibili in 10 minuti a piedi). Inoltre le camere sono molto spaziose e dotate di ogni confort. La struttura è bellissima e il suo fiore all’occhiello è la splendida piscina con vista sulle dune. Un profumo buonissimo di Jasmine pervade tutti gli ambienti.

Una menzione speciale a tutto il personale, estremamente gentile e professionale (e parla anche italiano).

Colazione e cena davvero ottime.

tour nel deserto del Marocco
PISCINA E KASBAH DEL LUXURY DAR MOROCCO
tour nel deserto del Marocco
VISTA DELLE DUNE DALLA TERRAZZA

cosa fare a merzouga e LE VARIE TIPOLOGIE di tour

Alla domanda “cosa fare a Merzouga”, sicuramente il Tour nel deserto è la prima attività che consiglierei.

La scelta dei tour nel deserto di Erg Chebbi varia a seconda del mezzo e della durata.

I mezzi che si possono scegliere sono 3:

  • Cammello (anche se in realtà sono dromedari)
  • Quad
  • Jeep

La durata varia da un’ora fino a più giorni.

Noi abbiamo optato per il Tour giornaliero di 7 ore circa in jeep, con pranzo nel mezzo delle dune.

E posso dire che per noi è stata la scelta perfetta. Siamo riusciti infatti ad esplorare con calma tutte le attrazioni/realtà del deserto, assaporandone ogni attimo.

Tour nel deserto del Marocco
TOUR IN DROMEDARIO
tour nel deserto del Marocco
TOUR IN QUAD
Tour nel deserto del Marocco
TOUR IN JEEP

ALBA E TRAMONTO NEL DESERTO DI MERZOUGA

Il tour che abbiamo scelto noi non prevedeva l’alba e il tramonto nel deserto, ma noi siamo comunque riusciti a godere di questi 2 fantastici momenti perché il nostro alloggio si trovava in una posizione strategica.

In ogni caso tra le varie tipologie di tour si possono scegliere anche quelle che permettono di assaporare i suggestivi momenti nell’alba e tramonto nel deserto di Merzouga.

PERCHE' IL NOSTRO TOUR E' STATO COSI' SPECIALE

Sin dall’inizio di questo articolo abbiamo sottolineato quanto questo tour nel deserto del Marocco ci abbia entusiasmato ed emozionato.

Possiamo dire senza ombra di dubbio che il merito va non solo a ciò che abbiamo visto, ma sicuramente a chi ce lo ha fatto vedere.

Stiamo parlando di Mohammed, la guida che ci ha organizzato l’intera gita e ci ha accompagnati durante tutte le 7 ore di tour, spiegando, rispondendo alle nostre domande, ridendo, urlando e brindando insieme a noi! Senza di lui questa giornata non sarebbe stata così memorabile.

E ora ve la raccontiamo.

Ovviamente a fine articolo vi lasceremo i riferimenti di Mohammed e del suo sito, nel caso voleste ripetere l’esperienza.

MOMENTI MEMORABILI DEL NOSTRO TOUR
ATTIMI TRA LE DUNE

TOUR NEL DESERTO DEL MAROCCO-
LE VARIE TAPPE

Il nostro tour è iniziato alle 10.00 circa del mattino. Punto d’incontro davanti allo shop. Mohammed ci aspetta con indosso l’abito tradizionale e il turbante. Arriva la jeep con l’autista e si parte.

C’è da sottolineare che Mohammed parla benissimo spagnolo, ma non perfettamente l’italiano. Ma questo non è stato assolutamente un’ostacolo o un problema, anzi. La giornata si è rivelata ancora più divertente tra frasi in uno spagnolo italianeggiante e un’italiano spagnoleggiante, con qualche parola di inglese e arabo qua e là.

tour nel deserto del Marocco
PAOLO E MOHAMMED DAVANTI ALLO SHOP

PRIMA TAPPA DEL TOUR NEL DESERTO DEL MAROCCO-
I MUSICISTI GNAOUA

La prima tappa del tour è stata la visita all’etnia dei Gnaoua, dove abbiamo potuto ascoltare la loro famosa musica.

La musica Gnawa della confraternita di Merzouga è una testimonianza vivente della schiavitù dei neri d’Africa

In Marocco sono molto conosciuti i gruppi musicali Gnawa che si esibiscono sulle piazze delle località turisticamente più famose: Marrakech e la sua piazza, Meknes, FezAgadir ed Essaouira.

I berberi di Merzouga definiscono il vicino abitato di Khamlia “il villaggio dei neri” ove da secoli si perpetra la tradizione Gnawa. Col tempo gli abitanti si sono organizzati in scuole di musica e danza.

Lo spettacolo appunto di musica e danza a cui abbiamo assistito è stato molto emozionante e ci ha fatto vivere uno spaccato di una realtà che non conoscevamo.

Tour nel deserto del Marocco

SECONDA TAPPA DEL TOUR NEL DESERTO DEL MAROCCO-
LA MINIERA DI KAJAL E IL VILLAGGIO ABBANDONATO

Dopo aver lasciato i musicisti, ci dirigiamo verso la seconda tappa del nostro tour nel deserto del Marocco, ovvero la miniera di Kajal e il villaggio abbandonato di Mifis.

La miniera fu scoperta dai francesi, che abitarono il villaggio adiacente, intorno agli anni ’50. Dopo che i francesi lasciarono il villaggio, esso fu occupato dagli abitanti di Merzouga, per esser poi abbandonato del tutto.

TOUR NEL DESERTO DEL MAROCCO
VILLAGGIO ABBANDONATO DI MIFIS

TERZA TAPPA DEL TOUR NEL DESERTO DEL MAROCCO-
I FOSSILI

Proseguendo nel deserto roccioso, arriviamo ad un punto panoramico leggermente rialzato, dove, ci spiega Mohammed, tantissimi anni fa c’era il mare. E infatti, cercando tra la terra sassosa, si trovano molti reperti fossili.

Fa davvero un certo effetto scovare pietre con sopra fossili di conchiglie di migliaia di anni fa, allo stesso modo di quando si è in spiaggia a raccogliere le conchiglie dal bagnasciuga.

QUARTA TAPPA DEL TOUR NEL DESERTO DEL MAROCCO-
I NOMADI DEL DESERTO

Uno dei momenti più toccanti di questo tour è stato sicuramente quando siamo passati per gli accampamenti dei Nomadi del deserto. 

Mohammed ci ha spiegato che queste famiglie stazionano qui per un periodo, per poi spostarsi e accamparsi in altri luoghi, portandosi dietro quel poco che hanno.

Abbiamo fatto diverse tappe tra i vari accampamenti, fermandoci ogni tanto per dare ai bimbi che correvano incontro alla nostra jeep, dei dolcetti e biscotti. Mohammed infatti, prima di iniziare la nostra escursione, aveva comprato al paese uno scatolone di dolciumi da regalare ai bambini delle famiglie nomadi. 

Presso una di queste famiglie abbiamo travato la mamma che stava preparando la classica pizza berbera, che ha cotto poi davanti ai nostri occhi, in uno dei loro forni. 

Il marito era in paese cercando di guadagnarsi la giornata, mentre i 3 bambini giocavano con quello che il deserto forniva loro. 

Abbiamo visitato il piccolo recinto dove tenevano le loro caprette (la più piccolina mi ha anche rosicchiato la gonna), mentre poco più in là era legato un’asinello.

QUINTA TAPPA DEL TOUR NEL DESERTO-
SULLE DUNE CON LA JEEP

Non posso nascondere che la tappa tra le dune è stata una delle mie preferite. Una scarica di vera adrenalina, ma anche una ricarica di bellezza infinita.

Non si possono descrivere a parole i colori e le linee che abbiamo ammirato in questo angolo di paradiso.

Siamo arrivati in quest’area intorno alle 13.00. Il sole era proprio a picco e non lasciava intravedere e capire dove iniziavano le discese o dove invece la duna era pianeggiante. 

Quindi è stato un susseguirsi di cadute libere in jeep e momenti in cui addirittura sembrava che l’auto stesse per capovolgersi (ovviamente era solo una mia impressione, perché il nostro driver era davvero bravissimo).

La linea di confine tra il color oro delle dune e l’azzurro quasi accecante del cielo sembrava disegnata con una precisione che avrebbe fatto invidia anche a Giotto.

tour nel deserto del Marocco
MOHAMMED E YASSINE TRA LE DUNE

PRANZO IN MEZZO ALLE DUNE

Carichi di adrenalina dopo aver affrontato le dune del deserto, arriviamo in un’avvallamento proprio tra le dune. Ci fermiamo e notiamo 2 tende. 

Mohammed e Yassine iniziano a tirar fuori diverse cose dalle tende: un piccolo barbecue, un tappeto, due cuscini, un tavolino e in men che non si dica allestiscono un mini accampamento dove poter mangiare.

Il driver prepara la tipica insalata marocchina con pomodori, cetrioli, olive, cipolle e avocado(che ci dicono non esser proprio tipico, ma a loro piace).

Mohammed invece si occupa del barbecue.

Un pranzo indimenticabile

La mattina, prima di dirigerci nel deserto ed iniziare il tour, con la jeep eravamo andati in paese. Tappa dal macellaio per pollo e capra per il barbecue. Poi dal fruttivendolo per acquistare la verdura per l’insalata e la frutta. Ultima sosta presso un piccolo market dove hanno comprato i dolcetti da lasciare ai bambini degli accampamenti nomadi.

Qui tra le dune, in meno di un’ora i ragazzi preparano un pranzo non solo delizioso, ma anche super abbondante!

Mangiamo tutti insieme, sotto l’ombra di 2 alberi, nel silenzio del deserto e con i colori accecanti dell’azzurro del cielo e dell’arancio delle dune. 

Il silenzio è interrotto soltanto dalle nostre risate che accompagneranno tutto il pasto.

L'INDIMENTICABILE PRANZO NEL DESERTO

PURTROPPO ANCHE LE COSE BELLE FINISCONO

Finito di pranzare collaboriamo tutti e 4 per rimettere a posto tutto. 

Ci hanno spiegato infatti che quella sorta di piccolo accampamento, viene utilizzato dalle guide sia per i pranzi, sia per i pernottamenti di chi sceglie di vivere l’esperienza più wild, ovvero dormire su un tappeto sulla sabbia, sotto le stelle, tra le dune del deserto.

Purtroppo è arrivata l’ora di tornare al nostro hotel. Salutiamo Mohammed e il nostro driver, con la promessa di tornare presto per ripetere l’esperienza.

CONCLUSIONI E...CONTATTI

All’inizio di questo articolo vi avevamo promesso che vi avremmo lasciato i riferimenti di Mohammed, nel caso voleste affidarvi a lui e al suo Team per replicare il nostro tour nel deserto del Marocco, o anche per creare altri tour personalizzati in giro per questo meraviglioso Paese.

Noi siamo rimasti così colpiti dall’esperienza che abbiamo vissuto, che abbiamo voluto chiedergli se fosse stato possibile agevolare in qualche modo i nostri lettori qualora volessero rivolgersi a lui per un’escursione o per tour più lunghi. 

E udite udite…Mohammed è stato così carino da lasciarci un CODICE con il quale avrete uno SCONTO del 10% su qualsiasi escursione vogliate prenotare con lui.

Il codice sconto è ANNATRAVELBLOG.

Contatti

E cliccando sul suo sito www.vipmoroccotrips.com troverete il suo contatto whatsapp.

Non esitate a contattarlo; risponderà ad ogni vostra domanda o chiarimento. 

Potrete organizzare con lui non solo esperienze come la nostra, ma anche tour del deserto marocchino da Marrakech a Merzouga o itinerari in giro per il Marocco.

Per quanto riguarda noi invece… ci vediamo alla prossima destinazione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto