ITINERARIO DI 2 SETTIMANE IN MAROCCO

itinerario di 2 settimane in Marocco

In questo articolo troverete un’itinerario di 2 settimane in Marocco pronto all’uso. Visiteremo le città imperiali, la città blu, il deserto del Sahara, la moschea di Casablanca, l’oasi di Skoura e le Gole di Dades e del Todra. Il tutto in un on the road in auto. Inoltre vi lasceremo le distanze precise da una località all’altra e consigli su dove alloggiare.

ITINERARIO DI 2 SETTIMANE IN MAROCCO-
INTRO

Il Marocco ha sempre attratto la nostra attenzione. Con l’architettura delle sue città imperiali, il fascino del Deserto, i panorami mozzafiato delle sue Gole e la zona costiera, ce n’è per tutti i gusti. 

Ma prima di partire ricordiamoci sempre di stipulare una buona Assicurazione di Viaggio, per essere sempre tranquilli che qualsiasi cosa accada, ci sarà sempre qualcuno che potrà assisterci e che coprirà le spese di qualsiasi imprevisto. 

Noi ci affidiamo sempre ad HEYMONDO, che vi consigliamo assolutamente. Cliccando sul seguente link avrete anche uno sconto del 10%.

COME RAGGIUNGERE IL MAROCCO

Il Marocco è una meta facilmente raggiungibile dall’Italia (in sole 3 ore e 50 di aereo), e soprattutto con voli low cost. 

Noi abbiamo volato con Wizzair da Roma a Marrakech con poco più di 100 euro a persona, ma soltatnto perché abbiamo voluto acquistare bagaglio extra, altrimenti viaggiando col solo bagaglio a mano 40x30x20, il volo sarebbe costato circa 40 euro a testa.

Si trovano voli economici anche per le altre città come Tangeri, Fes, Agadir, Rabat e Casablanca.

COME SPOSTARSI IN MAROCCO

La nostra scelta per questo itinerario di 2 settimane in Marocco è ricaduta su un’auto a noleggio, perchè come abbiamo più volte sottolineato nei nostri articoli, a noi piace viaggiare in autonomia ed essere liberi di fermarci ogni volta che vediamo un panorama mozzafiato o qualcosa che comunque attira la nostra attenzione.

E il Marocco si presta benissimo ad un on the road in auto. Se hai in mente di effettuare anche tu un viaggio del genere, ma sei ancora titubante, leggi il nostro articolo:

Guidare in Marocco: consigli per un on the road

Il Marocco ha anche una buona rete di trasporti pubblici, come treni ed autobus, quindi se non ve la sentite di guidare, potete utilizzare i mezzi. Altrimenti potete affidarvi ad un Driver che vi farà da autista mentre voi vi godrete il tragitto comodamente.

Vi consiglio Mohammed, la guida che ci ha accompagnati nel deserto, che è anche driver. E’ una persona super affidabile, professionale e molto simpatica.

Potete contattarlo sul suo sito: www.vipmoroccotrips.com

DOVE DORMIRE IN MAROCCO

Noi abbiamo prenotato tutti in nostri alloggi su Booking.com, trovando buone soluzioni (tutte con bagno in camera, che per noi è una priorità) ad una media di 50 euro a camera (colazione inclusa). Abbiamo optato in alcuni casi per Riad, in altri casi per appartamenti.

Per quanto riguarda gli appartamenti, non siamo stati molto fortunati. Per quanto abbastanza grandi, purtroppo la pulizia lasciava molto a desiderare, anche se le recensioni dicevano il contrario. Soprattutto la zona cucina l’abbiamo sempre trovata molto trasandata e sporca.

In questo articolo vi lasceremo i link soltanto degli alloggi che abbiamo apprezzato e che quindi possiamo consigliare.

Quando prenotate gli alloggi, fate attenzione ad una cosa, ovvero che spesso i bagni non hanno alcuna porta divisoria, anzi, in alcuni casi il wc è proprio in bella vista nella camera.

ITINERARIO DI 2 SETTIMANE IN MAROCCO

LE TAPPE DEL NOSTRO ITINERARIO DI 2 SETTIMANE IN MAROCCO

Ma veniamo al sodo. Ecco qui di seguito tutte le tappe del nostro itinerario di 2 settimane in Marocco:

  • Marrakech
  • Cascate di Ouzoud
  • Ait Ben Haddou-Skoura
  • Gole del Dades e Gole del Todra
  • Merzouga e Deserto di Erg Chebbi
  • Fes
  • Meknes 
  • Chefchouen
  • Rabat
  • Casablanca
  • Ritorno a Marrakech

MARRAKECH

Abbiamo visitato Marrakech il giorno del nostro arrivo e il giorno della nostra partenza.

E’ stato il miglior benvenuto in Marocco che potessimo avere. Una città che ha una personalità così forte che ti lascia senza fiato. 

L’impatto con la sua piazza più famosa, ovvero Piazza Jeema El Fna, è scioccante, ma in senso buono. E poi il Suq, la Madrasa di Ben Youssef, la Moschea Koutoubia con la sua imponente Torre, i giardini Majorelle. 

Marrakech merita quindi un’articolo a parte, che arriverà a breve.

VISTA DELLA MEDINA DA UNA TERRAZZA

CASCATE DI OUZOUD

Queste cascate distano circa 150 km da Marrakech (3 ore in auto).

Per raggiungerle bisogna percorrere una scalinata di 10-15 minuti a piedi e si arriva sotto la cascata, dove potrete ammirare i 3 salti dell’acqua, per un totale di 110 mt.

Purtroppo questa bellezza naturale è stata completamente invasa dall’uomo, con vari ristoranti, e negozi di souvenir. Ovviamente dico purtroppo perché a noi piace godere delle opere della natura, potendone assaporare la loro vera essenza, senza l’intrusione dell’uomo.Ma capisco anche che questo è il “nostro”punto di vista, e che invece per qualcun’altro, la presenza di insediamenti umani possa essere invece molto gradita.

itinerario di 2 settimane in marocco

AIT BEN HADDOU-OURZAZATE-SKOURA

Ait Ben Haddou

Dalle Cascate di Ouzoud ad Ait Ben Haddou sono circa 5 ore di auto, ma noi abbiamo deciso di pernottare a metà strada, per poter avere più tempo, il terzo giorno, per visitare le 3 attrazioni.

Ait Ben Haddou è uno dei Kasr meglio tenuti. Il tempo di visita della città fortificata vi porterà via da una a due ore.

La bellezza e la particolarità di questo sito vi lasceranno a bocca aperta perché vi sembrerà di ammirare un enorme castello di sabbia, di quelli che da piccoli facevamo al mare in estate. In effetti l’intera città è costruita con la tecnica del pisè, ovvero con acqua, sabbia e paglia.

Questo sito è così particolare che è stato e viene utilizzato come set cinematografico per film anche molto famosi come Il Gladiatore, Cleopatra, Il Principe di Persia e molti altri.

Cosa vedere ad Ait Ben Haddou
itinerario di 2 settimane in Marocco
itinerario di 2 settimane in Marocco

Skoura

Skoura è secondo noi una tappa imperdibile. Qui potrete visitare una vera e propria oasi, la meravigliosa Kasbah di Amridil e acquistare della buonissima acqua di Rose.

Dove alloggiare a Skoura

La struttura dove abbiamo dormito a Skoura, si trova proprio sulla strada principale ed è una casa/museo. Si tratta di Kasbah Dar Bahnìni, una Kasbah che il proprietario usa come alloggio per turisti, come museo del territorio e come base per un’associazione che aiuta le donne con famiglia, che hanno perso i loro mariti, ad essere indipendenti e a poter sostenere il proprio nucleo familiare.

Le camera sono dotate di bagno privato e aria condizionata e offre una buonissima colazione marocchina.

Se passate per Skoura ve lo stra consigliamo.

itinerario di 2 settimane in Marocco

GOLE DEL DADES E GOLE DEL TODRA

La strada che porta alle gole del Dades è un susseguirsi di emozioni. Si passano piccoli villaggi appoggiati sulle pendici di montagne rosate o adagiati in piccole oasi lussureggianti che con il loro verde interrompono il color oro dei rilievi rocciosi.

Il punto più famoso delle gole del Dades è la serpentina che vedete in foto. A nostro parere non è il punto più iconico: se invece proseguite più avanti arriverete in una vera e propria gola dove potrete passare a piedi o con l’auto. Qui sicuramente rimarrete a bocca aperta.

La stessa cosa vale per le gole del Todra. Il punto più conosciuto è un canyon super affollato di persone, autobus e bancarelle. Se proseguite in auto, passerete per una strada praticamente deserta, tra altissime montagne rosa che non permetteranno al vostro sguardo di distogliersi da loro.

itinerario di 2 settimane in Marocco
SERPENTINA ALLE GOLE DEL DADES
PAESAGGIO VERSO LE GOLE DEL DADES
GOLE DEL TODRA

Dove alloggiare alle Gole del Dades

L’alloggio che abbiamo scelto si chiama Kasbah Flilou ed è uno dei più belli in cui siamo stati in Marocco. Una Kasbah ristrutturata in modo davvero impeccabile dalla proprietaria che è una avvocatessa che vive a Parigi. E il tocco di classe si vede in tutto.

Quindi assolutamente consigliato. Attenzione però alla strada per arrivarci, perché dovrete percorrere un centinaio di metri su una salita abbastanza sdrucciolevole.

itinerario di 2 settimane in Marocco
Itinerario di 2 settimane in Marocco

MERZOUGA E IL DESERTO DI ERG CHEBBI

Di tutte le tappe del nostro itinerario di 2 settimane in Marocco, quella del deserto è stata quella che ci ha emozionato di più.

Questa parte del deserto del Sahara marocchino ti lascia sensazioni così forti che difficilmente potrai dimenticare. Sicuramente per questo dobbiamo ringraziare Mohammed, la guida che ci ha accompagnati durante il nostro Tour alle Dune di Erg Chebbi.

Mohammed è stato una guida perfetta: professionale, ma allo stesso tempo così alla mano che le 7 ore di gita sono trascorse tra risate ed emozioni così forti da rimanere nei nostri cuori per sempre.

Se volete organizzare un Tour indimenticabile potete contattarlo qui.

Dove alloggiare a Merzouga

La struttura che ci ha ospitati a Merzouga si chiama Luxury Dar Morocco e si trova proprio di fronte alle Dune di Erg Chebbi. Oltre ad essere bellissima, ha una meravigliosa piscina con un panorama mozzafiato sul deserto. Le camere sono molto spaziose e pulite. Il personale è gentilissimo e parla anche italiano. E una chicca in più, appena si entra, viene pervasi da un buonissimo profumo di Jasmine che arriva fino alle camere.

tour nel deserto del Marocco
LUXURY DAR MOROCCO

FES

Lasciato il deserto di Merzouga abbiamo dovuto percorrere l’intera giornata in auto per raggiungere Fes.

Fes è la più antica delle Città Imperiali, spesso definita la capitale culturale del Paese. È famosa soprattutto per la Fes El Bali, la medina fortificata che ospita esempi di architettura merinide medievale e vivaci souk, e dà ai visitatori la sensazione di trovarsi nel passato. 

Da non perdere le antiche e pittoresche Concerie.

itinerario di 2 settimane in Marocco
itinerario di 2 settimane in Marocco

MEKNES E VOLUBILIS

Iscritta dall’Unesco tra i monumenti Patrimonio dell’Umanità, Meknes è anche conosciuta come la Versailles del Marocco o la città dei cento minareti.

Purtroppo da molto tempo ci sono lavori di restauro in corso, che non permettono di ammirarne in toto la sua bellezza.

Ma ciò non toglie che è comunque una tappa interessante.

La sua medina è molto particolare. Sembra esser stati catapultati in un altro mondo. Un mondo del passato dove ancora si svolgono mestieri manuali con gli attrezzi di una volta. Le strade sono polverose e il tempo sembra essersi fermato.

Se si ha tempo, a 31 chilometri a nord di Meknes si trova il più vasto sito archeologico romano del Marocco, Volubilis. La grandezza di questo insediamento è testimoniato dall’Arco di trionfo, dal capitolium e dalla casa di Bacco.

Dove alloggiare a Meknes

Il Riad che ci ha ospitati a Meknes è quello che ci è piaciuto di più di tutto il nostro viaggio in Marocco. Si chiama Riad Yamcha

E’ stato ristrutturato in maniera impeccabile, dando alla struttura un aspetto elegante e moderno, pur mantenendo le caratteristiche della tradizione. Da non perdere la meravigliosa terrazza con vista su tutta Meknes, e la deliziosa colazione.

CHEFCHOUEN

Soprannominata la città Blu del Marocco, Chefchaouen vale da sola il viaggio.

E’ incastonata tra le montagne e quasi completamente colorata di blu e di azzurro.

Le case, le strade, le scale, tutto è dipinto nelle diverse tonalità di blu.

Vi consigliamo di visitare il suo centro (che non è affatto piccolo), perdendovi tra i vicoli, uno più pittoresco dell’altro, e di non perdervi la vista dalla Moschea di Bouzafer, E’ un punto che non molti conoscono perchè per raggiungerla bisogna percorrere una strada in salita (assolutamente fattibilissima) e che vi porterà via un’oretta di tempo. Ma poichè Chefchaouen viene spesso visitata con Tour giornalieri, i tempi sono a volte stretti e le guide non indicano questo percorso.

A breve arriverà un’articolo dedicato esclusivamente a questa perla blu del Marocco.

Intanto segnatela nel vostro itinerario di 2 settimane in Marocco.

RABAT

Rabat è la capitale del Marocco, anche se molti pensano che sia Casablanca. E’ molto meno turistica rispetto ad altre città del Marocco, come ad esempio Marrakech o Fes, ma ha comunque un fascino tutto suo. Essendo una delle città imperiali, porta con sè una lunga tradizione riscontrabile nel Palazzo Reale e nella sua Medina, ma ha anche un lato moderno e contemporaneo, con i palazzi delle sue sedi governative e le ambasciate.

itinerario di 2 settimane in Marocco

Dove alloggiare a Rabat

La nostra sistemazione a Rabat è stato un mini appartamento in una sorta di hotel/residence a circa 15 minuti dalla medina di Rabat, con un comodo parcheggio coperto e custodito.

Lo consigliamo se si viaggia come noi per il Marocco con un auto. 

Si chiama Stayhere Agdal-Elegance Retreat

CASABLANCA

Quando si parla di Casablanca, la prima cosa che viene in mente (a parte il famosissimo film con Humphrey Bogart) è la su meravigliosa Moschea.

La Moschea Hassan II è infatti la più grande Mosceha del Marocco, e una delle più grandi al mondo.

Le visite durano un’ora circa, sono guidate nelle lingue più parlate (incluso l’italiano), e il biglietto costa 130 dirham (circa 13 euro), oppure 140 dirham (circa 14 euro) se volete visitare anche il museo annesso.

Gli orari sono dalle 9.00 alle 12.00 ogni ora  e poi alle15.00. Il venerdì non è possibile visitarla.

Ma non vi preoccupate, se rimarrete sintonizzati su questo blog, a breve uscirà un’articolo in cui vi spiegherò tutto, ma proprio tutto, su questa Moschea.

itinerario di 2 settimane in Marocco
itinerario di 2 settimane in Marocco

ITINERARIO DI 2 SETTIMANE IN MAROCCO-
CONCLUSIONI

A questo punto speriamo che questo itinerario di 2 settimane in Marocco vi abbia incuriosito e che possa essere uno spunto per il vostro prossimo viaggio in questa meravigliosa Terra che ci ha emozionati così tanto.

Per noi è stata una scoperta incredibile. Non c’è stato un luogo che non abbiamo amato e in cui non ritorneremmo anche domani. Ovviamente ci sono località che possono esserci piaciute più di altre, ma crediamo che in questo itinerario non ci sia nulla da eliminare.

Ma soprattutto: godetevi i tragitti in auto. I paesaggi e la vita che potrete ammiare dal finestrino valgono da soli l’intero viaggio.

Il Marocco offre così tanti panorami da togliere il fiato e scorci di vita così lontani dalla nostra, che non potrete non innamorarvi anche voi di questa Terra Magica.

Quindi Buon Viaggio e…alla prossima destinazione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to Top